AL WINTER FANCY FOOD 2020 DI SAN FRANCISCO L’ITALIA E’ COUNTRY PARTNER


San Francisco, 19 gennaio 2020 – Il Made in Italy agroalimentare conferma la sua leadership negli Usa e nella manifestazione Winter Fancy Food, inaugurata oggi al Moscone Center.

Per entrambe le edizioni 2020 la Specialty Food Association ha nominato l’Italia come Country Partner: questo elemento conferira’ una notevole visibilita’ al Padiglione Italiano e particolare attenzione dei visitatori trade presenti. Si tratta di un riconoscimento di carattere eccezionale, normalmente conferito solo per l’edizione Summer della manifestazione. Inoltre e’ la prima volta che un Paese viene rinominato: l’Italia e’ gia’ stato il primo Country Partner Fancy Food, nel 2015.

Nei primi nove mesi del 2019, secondo i dati diffusi dall’US Department of Commerce, l’export agroalimentare italiano verso gli USA ha registrato un importo di quasi 4 miliardi di Dollari USA, con un incremento del 5,9% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. L’Italia rimane leader su molte categorie agroalimentari, tra cui formaggi, olio d’oliva, pasta, acque minerali, aceto e gli USA si confermano come il primo mercato di destinazione extra-europeo del settore.

Al Winter Fancy Food, la principale manifestazione della West Coast degli Stati Uniti dedicata alle specialita’ alimentari, che si terrà al Moscone Center di San Francisco dal 19 al 21 gennaio 2020, l’Agenzia ICE partecipa in collaborazione con Federalimentare, Cibus, Tuttofood e Vinitaly, proseguendo la partnership con Specialty Food Association e Universal Marketing.

Il Padiglione Italiano, tradizionalmente il piu’ ampio dell’area internazionale, ospitera’ oltre 60 aziende che presenteranno l’intera gamma del Made in Italy agroalimentare sotto l’ombrello del segno distintivo “The Extraordinary Italian Taste“, che contraddistingue le attivita’ di promozione dei prodotti autentici italiani nel mondo. Ad esse si aggiungeranno altre 25 aziende italiane presenti alla fiera con stand individuali. In tutto quindi il nostro Paese conta circa 90 partecipanti (area occupata in totale circa 1.100 mq).

 Il programma di supporto agli espositori WFF 2020, che l’Agenzia ICE ha impostato insieme a Federalimentare, Fieramilano, Fiere di Parma e Veronafiere, prevede:

  1. Incoming di 13 operatori del settore ristorazione e GDO, provenienti da aree non limitrofe alla West Coast

  2. Attivita’ di show cooking all’interno della LoungeItalia (stand 1267), con possibilita’ di impiegare ed esporre il prodotto delle aziende presenti nel Padiglione Italiano

  3. Wine Bar a cura di Vinitaly International

  4. Grafica del Padiglione Italia con apposizione del logo ‘The Extraordinary Italian Taste’ e ‘Italia’, per garantire un maggiore richiamo dei visitatori;

  5. Attivita’ di comunicazione, che prevede direct-mailing mirato agli operatori professionali del settore su tutto il territorio nazionale per invitarli a visitare le imprese italiane espositrici.

  6. AREA TASTE IT LIVE: uno spazio che sarà animato per la prima volta dall’Agenzia ICE, nel passaggio dalla North Hall alla South Hall, come azione specifica di supporto alle categorie colpite recentemente dai dazi. E’ previsto un programma di presentazioni delle principali categorie di formaggi e salumi italiani unbranded, guidate da uno speaker esperto, con intermezzi dedicati agli aperitivi all’italiana, con il coinvolgimento di un bartender.

  7. Buyers Lounge curata da Specialty Food Association: per la prima volta e’ consentito l’allestimento di un corner all’interno della Lounge esclusivamente riservata agli associati Specialty Food Association. ICE sara’ presente con un settore dedicato ai prodotti colpiti da dazi  (esposti  unbranded, tranne per gli spirits);

  8. NETWORKING DINNER organizzato per la sera del 20 gennaio, alle ore 17.30, presso l’Hotel Westin St Francis, non distante dalla fiera. L’evento vedrà la partecipazione di oltre 200 persone tra espositori italiani, operatori locali e membri della stampa settoriale. Con l’occasione, sarà allestito un tavolo display con i prodotti degli espositori e le categorie colpite dai dazi.

Le azioni a supporto dei prodotti gravati dai dazi sono state organizzate in collaborazione con Assica, Assolatte e Federvini-sezione Spirits.

L’attività dell’Agenzia ICE negli USA, sulla base delle linee guida della Cabina di Regia per l’Internazionalizzazione, è focalizzata dal 2015 nella realizzazione di un ampio programma di promozione che si e’ sviluppato sui seguenti pilastri:

  • Piano di comunicazione diretto al consumatore americano, per sviluppare la conoscenza dei prodotti autentici italiani. Nel primo anno (2015-2016), la campagna “Buy Authentic Italian. Get More” ha raggiunto circa un miliardo di impressions. La successiva campagna svoltasi nel 2018, dedicata al contrasto del fenomeno dell’Italian Sounding, ha impiegato una nuova grafica, con l’obiettivo di incentivare il consumatore a verificare l’autenticità del prodotto dalla lettura dell’etichetta, utilizzando il claim “The label says it all”.

  • Accordi con retailers statunitensi che hanno toccato oltre 10.400 punti vendita, introdotto 900 nuovi fornitori italiani e coinvolto in totale 4.800 nostre imprese del settore.

  • Incoming alle principali fiere in Italia, in collaborazione con Cibus, Tuttofood, Sana, Sigep, Marca e Vinitaly. Dal 2015 ad oggi sono stati invitati oltre 650 operatori e giornalisti americani in Italia.

  • Presenza alle manifestazioni fieristiche USA: Winter e Summer Fancy Food (a San Francisco e New York) e PLMA di Chicago dedicata al private label.

Continue Reading...

L’ITALIA COUNTRY PARTNER DEL WINTER FANCY FOOD SHOW 2020


L’Italia dei record, per la seconda volta partner del Winter Fancy Food,
mai nessuno aveva ottenuto questo riconoscimento.

Continue Reading...

ITALIA PROTAGONISTA ALLA PLMA 2019 DI CHICAGO


63 imprese con ICE alla principale fiera negli USA
dedicata ai prodotti a marchio privato

Chicago - L’Italia è di nuovo protagonista della 39esima edizione del Private Label Trade Show che si tiene dal 18 al 19 novembre 2019 presso il Donald E. Stephens Convention Center di Rosemont, alla periferia di Chicago, nell’Illinois. La manifestazione, conosciuta anche come PLMA, dal nome dell’associazione che la organizza, è dedicata ai prodotti a marchio privato, o private label, ed è la più grande nel suo genere negli Stati Uniti d’America.

Le imprese presenti nei padiglioni ICE sono 63, su una superficie di oltre 800 metri quadrati. La partecipazione ufficiale italiana è ancora una volta la più ampia tra quelle internazionali, sia in termini di imprese che di area espositiva. I padiglioni sono due, uno per i prodotti alimentari, con 57 espositori, e uno per i prodotti non alimentari, con 6 espositori. Nel primo è ben rappresentata la qualità del prodotto alimentare autentico italiano, attraverso un’ampia gamma di categorie merceologiche: dalle conserve ai sughi e condimenti, primi tra tutti olio e aceto, dai formaggi ai dolci e ai gelati, dalla pasta alla pizza, passando per i prodotti da forno, i surgelati e vini. Nel secondo sono presenti imprese produttrici di detergenti per la casa e per l’igiene personale e di integratori alimentari.

La vendita negli USA attraverso il canale della grande distribuzione organizzata (Gdo) ha avuto un effetto positivo sulle quote di mercato italiane sulle importazioni statunitensi di prodotti agroalimentari, rileva Marco Saladini, Direttore dell’Agenzia ICE di Chicago. La crescente popolarità nel paese del prodotto a marchio privato, la forza intrinseca del concetto di Authentic Italian, basata sulla qualità dei prodotti, e l’azione di supporto svolta dall’ICE rendono questo canale sempre più attraente per le imprese italiane del comparto agroalimentare. Il presidio dell’ICE si è negli anni rafforzato includendo nuove tipologie di iniziative, come ad esempio corsi di formazione ad hoc per gli addetti della Gdo.  Studi recenti stimano che la quota di mercato negli USA di prodotti a marchio privato potrebbe passare dall’attuale 23% al 30% nel 2025.

In questo contesto – segnala Antonino Laspina, Direttore dell’Agenzia ICE di New York e Coordinatore della rete USA - si conferma il trend positivo delle esportazioni agroalimentari italiane negli USA che, nei primi 9 mesi del 2019, sono aumentate del 5,9% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, raggiungendo l’importo di 3,9 miliardi di dollari. Nel 2018 le nostre vendite avevano totalizzato 5,1 miliardi di dollari, in crescita del 7,9% rispetto al 2017. L’Italia – conclude Laspina – è il primo fornitore degli USA, con quote di mercato molte elevate, per quasi tutte le specialità tipiche del Made in Italy, quali pasta, olio di oliva, formaggi, aceto balsamico e acque minerali.

A supporto della presenza ufficiale italiana l’Agenzia ICE ha realizzato un vasto piano di comunicazione, con inserzioni pubblicitarie cartacee su riviste di settore (Store Brands e Global Retail Brands) e on line su piattaforme digitali (Global Retail Brands, Supermarket News, FMI Smart Brief) e con campagne di e-mail marketing destinate complessivamente a oltre 3.600 buyer della Gdo statunitense.

Continue Reading...

IL “DUELLO AI FORNELLI” RADDOPPIA INSIEME A BOSTON


QUEST’ANNO ANCHE CHICAGO VEDRA’ SFIDARE LE TOP UNIVERSITA’ AMERICANE IN OCCASIONE DELLA SETTIMANA DELLA CUCINA ITALIANA NEL MONDO.

 

Dopo Boston anche a Chicago arriva il Duello ai Fornelli, sfida culinaria tra gli studenti delle pricipali universita’ americane, dalla East Coast al Midwest.

La prima edizione del duello dei fornelli si e’ svolto nel 2015 per volonta’ del Consolato Generale d’Italia a Boston, ed ha visto sin dagli esordi la Scuola Dante Alighieri, come curatrice e produttrice dell’evento, la sfida vede coinvolti gli studenti della Boston University, Harvard, M.I.T. and Northeastern University.

Nell’edizione di Chicago sara’ la Scuola Internazionale Italiana a Chicago Enrico Fermi, SIEF, a curare l’organizzazione

In questo caso l’iniziativa coinvolge gli studenti delle cinque piu’ rinomate universita’ della Windy City, segnando in anticipo l’inizio della IV edizione della Settimana della Cucina Italiana nel Mondo, un appuntamento sempre piu’ importante coordinato e promosso dalle sedi diplomatico-consolari e degli Istituti Italiani di Cultura.

Gli studenti universitari di DePaul, Loyola Chicago, Northwestern Chicago, University of Chicago e UIC, University of Illinois in Chicago duelleranno per la realizzazione del migliore Risotto al Prosecco, per dimostrare che si puo’ mangiare bene, all’italiana, in modo semplice, anche da studenti universitari. Gli studenti, di origine italiana o iscritti ai corsi di italiano nelle universita’ che andranno a rappresentare, saranno giudicati da una giuria molto diversificata in rappresentanza di sponsor dell’evento, come Eataly Chicago, dell’Accademia della Cucina, di star chef come Giuseppe Tentori, ristoratori d’eccezione come Jo DeMonte e di rappresentanti dell’Accademia della Cucina Italiana, come Clara Orban, e della comunita’ italo-americana, come Liza Turano.

L’evento avra’ luogo venerdi’ 8 novembre 2019 a partire dalle ore 18.00 a Wicker Park, presso i locali della Scuola Internazionale Italiana a Chicago Enrico Fermi (SIEF) e la scelta non e’ casuale.

La Scuola, fondata nel 2016, terza scuola italiana negli Stati Uniti dopo New York e San Francisco, ha tra i suoi obiettivi principali, oltre a voler creare bambini cittadini del mondo con almeno due lingue e due culture nel loro bagaglio personale, quello dell’educazione alimentare. Niente sandwich mordi e fuggi, a pranzo si mangia seduti, tutti insieme, con tovaglia, piatti e bicchieri veri e soprattutto con cibo fresco, sano, diversificato, ispirato naturalmente alla Dieta Mediterranea. Questo importante progetto dedicato all’educazione alimentare e’ possibile, oltre che per la dedizione delle insegnanti, grazie al supporto di Eataly che sin dall’inizio ha creduto in questo progetto, provvedendo quotidianamente a far recapitare alla Scuola piatti realizzati ad hoc per i bambini. I piu’ fortunati di tutto il Nord America!

Duello ai Fornelli, un’iniziativa divertente che presenta a Chicago un unico filo conduttore tra gli studenti della lingua italiana, dai piu’ piccoli studenti di SIEF di 3 anni, fino agli studenti dei master di 25-26 anni, che insieme alle istituzioni, alle universita’, ed alle aziende italiane presenti nell’area, tra cui Eataly, Barilla, Ferrero Nutella Caffe’, Rana e Smeraldina creano un ottimo esempio di “Vivere all’Italiana” e di promozione integrata del nostro sistema-paese.

Chicago, 30 ottobre 2019

Per info: info@siefchicago.org copia instagram e FB

 

SIEF – Scuola italiana Internazionale Enrico Fermihttps://www.siefchicago.org/ -

La Scuola Italiana Enrico Fermi (SIEF) è la prima scuola italiana internazionale di Chicago. E’ ispirata alla filosofia delle scuole di Reggio Emilia con l’insegnamento offerto sia in italiano che in inglese (dual-language), con l’obiettivo di portare i bambini a raggiungere la piena competenza in entrambe le lingue, anche a livello accademico. Ha aperto nel quartiere di Wicker Park Bucktown di Chicago, Illinois, nel settembre 2016 come scuola materna per la prima infanzia, per i bambini di 3 e 4 anni. Nel 2018, ha inaugurato la prima classe di kindergarden per i bambini di 5-6 anni. SIEF prevede di espandersi aggiungendo gradualmente le classi successive fino al raggiungimento della terza media.

Video: https://vimeo.com/303346596

Link all’evento Duello ai Fornelli: https://www.siefchicago.org/2019/10/11/duello-ai-fornelli/

IV edizione della Settimana della Cucina Italiana nel Mondo:

Tra gli obiettivi specifici dell’edizione 2019 della Settimana, ci sono la promozione della Dieta Mediterranea proposto “quale stile di vita sano e modello di alimentazione equilibrato alla portata di tutti,” cosi’ come la promozione dei prodotti a denominazione protetta e controllata e dei vini italiani e i loro territori. Tra questi, le “Colline del Prosecco di Conegliano e Valdobbiadene,” gia’ inserti nella lista del Patrimonio Mondiale dell’Umanità dell’UNESCO.

https://www.esteri.it/mae/en/politica_estera/promozione-integrata-del-sistema/settimana-della-cucina-italiana/

Partners e Sponsors:

Consolato Generale d’Italia a Chicago – https://conschicago.esteri.it/consolato_chicago/it/

Istituto Italiano di Cultura a Chicago

Camera di Commercio italo-americana, Chicago e Ciao Chicago

Eataly, Barilla, Ferrero Nutella Cafe, Mionetto, Rana e Smeraldina

Universita’ che partecipano all’iniziativa: DePaul, Loyola Chicago, Northwestern Chicago, University of Chicago, UIC, University of Illinois in Chicago

locandina

Continue Reading...

L’ITALIA COUNTRY PARTNER FANCY FOOD SHOWS 2020


L’Italia dei record, per la seconda volta partner del Fancy Food,
mai nessuno aveva ottenuto questo riconoscimento.

 

NEW YORK (29 ottobre 2019) – La Specialty Food Association è lieta di annunciare che l’Italia sarà il COUNTRY PARTNER per entrambe le edizioni del Fancy Food Show:

 

  • Winter Fancy Food Show, dal 19 al 21 gennaio 2020, al Moscone Center di San Francisco.

  • Summer Fancy Food Show dal 28 al 30 giugno 2020 al Jacob Javits Convention Center, New York

Un primato assoluto quello italiano, mai nessuno aveva ottenuto questo riconoscimento da parte della Specialty Food Association proprietaria e produttrice dello show.

 

La Specialty Food Association, è il più grande network del cibo negli Stati Uniti d’America, fondato nel 1952 a New York, dagli importatori e dagli imprenditori. E’ un’associazione non-profit con 3.000 membri negli Stati Uniti e all’estero.

 

Il Fancy Food Show è il più grande evento commerciale dedicato alle specialità alimentari del North America e molti addetti ai lavori ritengono la sua edizione estiva di New York al vertice dei saloni del food a livello mondiale.

 

L’italia era gia’ stata paese partner nel 2015 ma per la sola edizione Summer, e nel 2016 per la sola edizione Winter, adesso lo sara’ per tutto il 2020.

 

E’ la prima volta che un paese ha la possibilita’ di essere per ben due volte Country Partner.

 

Sotto la bandiera “The Extraordinary Italian Taste”, aziende alimentari provenienti da quasi tutte le regioni d’Italia presenteranno l’eccellenza dell’Authentic Italian Food al mondo della ristorazione, del retails a stampa e stakeholders.

 

 

“Abbiamo il privilegio di avere l’Italia come primo Paese a collaborare con noi per entrambi gli show, sia per quello invernale che per quello estivo nel 2020″, ha dichiarato Phil Kafarakis, presidente di SFA. “La popolarità della cucina italiana negli Stati Uniti è innegabile. Storicamente, tra i tanti partecipanti internazionali ai Fancy Food Show, l’Italia ha sistematicamente ospitato il padiglione più grande. Al nostro Summer Show del 2019, il padiglione italiano ha coperto oltre 24.000 piedi quadrati!

 

Gli americani adorano la cucina italiana e le specialita’ del cibo italiano, hanno svolto un ruolo storico importante nella diffusione del gusto per i sapori globali negli Stati Uniti. Oggi, in uno scenario di crescente mutamento delle abitudini alimentari dei consumatori, i prodotti italiani autentici e innovativi continuano ad essere influenti su tutti i canali di distribuzione. Siamo felici ed entusiasti di vedere cosa porteranno ai Fancy Food Show 2020 “. Conclude Phil Kafarakis

 

 

Al Winter Fancy Food Show 2020 l’Italia si presenterà con oltre 60 aziende espositrici – ancora una volta siamo il Paese più rappresentato – grazie alla consolidata alleanza fra Agenzia ICE, Specialty Food Association e Universal Marketing. – dichiara Maurizio Forte, Direttore dell’Agenzia ICE di New York e Coordinatore della rete USA

Sarà in mostra l’intero paniere di prodotti autentici italiani: formaggi, pasta, prosciutti, olio di oliva, conserve, condimenti, dolci, acque minerali e molto altro. Intenso il programma di show cooking presso la Lounge ICE che consentirà di apprezzare i prodotti italiani dal vivo, ponendo sempre l’accento sulla forte capacità di innovazione delle nostre aziende. È peraltro un onore che per le edizioni 2020 l’Italia sia stata nominata dagli organizzatori Country Partner: conclude Maurizio Forte – un riconoscimento per il primato nel numero di espositori e per l’eccellenza della nostra offerta.

Il lavoro di squadra delle istituzioni italiane con SFA e il suo agente esclusivo per l’Italia Universal Marketing offre, edizione dopo edizione, nuovi stimoli ed opportunita’ per la promozione dell’autentico Made in Italty nel mercato statunitense.

 

 

Il cibo Italiano rappresenta uno standard d’eccellenza negli Stati Unitidichiara Donato Cinelli, Presidente di Universal Marketing, agente esclusivo per l’Italia della Specialty Food Association.

L’Italia è il più grande padiglione internazionale nei Fancy Food Shows, ed ha contribuito negli anni e non poco a dare forza e qualita’ allo show.

 

Quando 25 anni fa abbiamo accettato la sfida, ed abbiamo contribuito alla creazione del padiglione italia all’interno del Summer Fancy Food di New York, – continua Cinelli - non abbiamo pensato neanche per un momento di poter arrivare a questi traguardi.

Annunciare oggi, da New York, che l’Italia sara’ paese partner per tutto il 2020 del fancy food e’ oltre ad ogni nostra piu’ rosea aspettativa.

 

Siamo molto orgogliosi di tutto questo, - conclude Cinelli - abbiamo visto crescere passo passo gli imprenditori i distretti e consorzi italiani, che nel tempo hanno compreso dell’importanza della narrazione del proprio prodotto, oggi l’america e’ affascinata dalle storie di successo e qualita’ made in italy.

Un grazie va innanzitutto ai nostri partners come Specialty Food Association, ICE, Federalimentare, Cibus, TuttoFood, Vinitaly con i quali in questi anni abbiamo creato una squadra vincente.

Continue Reading...
http://www.benvenutaitalia.com/wp-content/themes/press