THE HEARTFUL GREETINGS FROM NICOLA FIASCONARO TO HIS FRIEND ARTURO DI MODICA: IN MEMORY OF THE GREAT SCULPTOR FROM RAGUSA THE PASTRY MASTER WILL HANDCRAFT A MONUMENTAL BULL IN CHOCOLATE


The news of the death of Arturo Di Modica hit Nicola Fiasconaro straight to the heart, as he was linked to the artist by a relationship of deep friendship and esteem. “With the death of the Master Arturo Di Modica, great Man, Artist and Provocateur, we lose one of our excellences. I had the honor of sharing with him emotions, affection and great dreams, such as that of recreating the work that made him famous in the world, the famous Bull, using the Modica chocolate. A project that has seen us committed years long and that I will carry out to turn it into a reality”, has commented the Master Pastry Chef.

The work will be a tribute to Di Modica’s “Charging Bull”, appreciated all over the world as a powerful symbol of reboot dedicated to the City of New York, which by the time was struck by a heavy financial recession.

The idea will give life to an ambitious and scenographic creation, which will see the light as soon as the general health situation will allow it to be set up in total safety.

Flavors, aromas and alchemy of Sicily are the evocative setting of the history and tradition of the Fiasconaro confectionery company, founded in 1953 in Castelbuono, in the heart of the Madonie park, in the province of Palermo. Today the company, now in its third generation, is an excellence of Made in Italy, with a turnover of over 21 million euros and a growth of 20% on all the main markets: Italy, Canada, France, United States, Germany, England, Australia and New Zealand and with a strategic horizon aimed at the Asian market. Fiasconaro is totally made in Sicily and its related activities also follow territoriality. Panettone and Fiasconaro colomba represent the core business of the company, but the incidence of the continuous product line is also growing continuously: nougat, cubaite, spreads, honeys, jams, jams and aromatic sparkling wines.

toro Fiasconaro

Continue Reading...

Al via le celebrazioni per il 160esimo anniversario delle relazioni diplomatiche tra Italia e Stati Uniti


Washington, D.C. (26 gennaio 2021) – E’ stato presentato oggi dall’Ambasciatore d’Italia negli Stati Uniti, Armando Varricchio, il logo ufficiale per le commemorazioni del 160° anniversario delle relazioni diplomatiche tra Italia e Stati Uniti, sotto l’Alto Patronato del Presidente delle Repubblica. La presentazione da’ il via ad un calendario di eventi ed attivita’ che nel corso dell’anno celebrano il passato, presente e futuro dell’amicizia tra i nostri due Paesi.
“Si tratta di un importante anniversario”, ha dichiarato l’Ambasciatore Varricchio. “E’ un’occasione per celebrare i nostri due Paesi, la lunga amicizia tra i nostri popoli e gli stretti legami tra le nostre comunita’, i valori che da sempre condividiamo e la creativita’ che ispira l’un l’altro”.
Si tratta di una ricorrenza simbolica importante per rilanciare il nostro Paese negli Stati Uniti, dopo mesi difficili segnati dalla pandemia, e promuovere i nostri interessi strategici, economici, scientifici e culturali, grazie a strumenti quali il Patto per l’Export, che ha stanziato importanti risorse a sostegno dell’internazionalizzazione delle imprese. Sara’ anche l’occasione per mettere in luce il nostro ruolo e le opportunita’ di cooperazione in settori chiave quali innovazione, tecnologia, ricerca, economia, e commercio. Un particolare focus sara’ riservato alle giovani generazioni nel rinsaldare le relazioni transatlantiche.
L’intero Sistema Paese negli Usa prendera’ parte alle celebrazioni. Molti degli eventi in programma vedranno anche la partecipazione dell’Amministrazione americana.
Otto grandi eventi scandiranno le celebrazioni nel corso dell’anno, ognuno dedicato ai grandi temi che caratterizzano le relazioni tra Italia e Stati Uniti: storia e politica; giovani, arte, musica e cinema; lingua e letteratura; innovazione e tecnologia; scienza e spazio; economia. Saranno inoltre messe in luce le collaborazioni e le partnership con universita’, musei, aziende, ed enti culturali sia in Italia che negli Usa.
Nel corso di tutto l’anno, italiani, americani ed italo-americani potranno seguire le celebrazioni attraverso un “guestbook” online per condividere messaggi, idee e testimonianze.
L’intero programma sara’ raccolto in un sito web dedicato. Maggiori informazioni sono disponibili sui social media @ItalyinUS e sul sito:www.ambwashingtondc.esteri.it.
Continue Reading...

AL WINTER FANCY FOOD 2020 DI SAN FRANCISCO L’ITALIA E’ COUNTRY PARTNER


San Francisco, 19 gennaio 2020 – Il Made in Italy agroalimentare conferma la sua leadership negli Usa e nella manifestazione Winter Fancy Food, inaugurata oggi al Moscone Center.

Per entrambe le edizioni 2020 la Specialty Food Association ha nominato l’Italia come Country Partner: questo elemento conferira’ una notevole visibilita’ al Padiglione Italiano e particolare attenzione dei visitatori trade presenti. Si tratta di un riconoscimento di carattere eccezionale, normalmente conferito solo per l’edizione Summer della manifestazione. Inoltre e’ la prima volta che un Paese viene rinominato: l’Italia e’ gia’ stato il primo Country Partner Fancy Food, nel 2015.

Nei primi nove mesi del 2019, secondo i dati diffusi dall’US Department of Commerce, l’export agroalimentare italiano verso gli USA ha registrato un importo di quasi 4 miliardi di Dollari USA, con un incremento del 5,9% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. L’Italia rimane leader su molte categorie agroalimentari, tra cui formaggi, olio d’oliva, pasta, acque minerali, aceto e gli USA si confermano come il primo mercato di destinazione extra-europeo del settore.

Al Winter Fancy Food, la principale manifestazione della West Coast degli Stati Uniti dedicata alle specialita’ alimentari, che si terrà al Moscone Center di San Francisco dal 19 al 21 gennaio 2020, l’Agenzia ICE partecipa in collaborazione con Federalimentare, Cibus, Tuttofood e Vinitaly, proseguendo la partnership con Specialty Food Association e Universal Marketing.

Il Padiglione Italiano, tradizionalmente il piu’ ampio dell’area internazionale, ospitera’ oltre 60 aziende che presenteranno l’intera gamma del Made in Italy agroalimentare sotto l’ombrello del segno distintivo “The Extraordinary Italian Taste“, che contraddistingue le attivita’ di promozione dei prodotti autentici italiani nel mondo. Ad esse si aggiungeranno altre 25 aziende italiane presenti alla fiera con stand individuali. In tutto quindi il nostro Paese conta circa 90 partecipanti (area occupata in totale circa 1.100 mq).

 Il programma di supporto agli espositori WFF 2020, che l’Agenzia ICE ha impostato insieme a Federalimentare, Fieramilano, Fiere di Parma e Veronafiere, prevede:

  1. Incoming di 13 operatori del settore ristorazione e GDO, provenienti da aree non limitrofe alla West Coast

  2. Attivita’ di show cooking all’interno della LoungeItalia (stand 1267), con possibilita’ di impiegare ed esporre il prodotto delle aziende presenti nel Padiglione Italiano

  3. Wine Bar a cura di Vinitaly International

  4. Grafica del Padiglione Italia con apposizione del logo ‘The Extraordinary Italian Taste’ e ‘Italia’, per garantire un maggiore richiamo dei visitatori;

  5. Attivita’ di comunicazione, che prevede direct-mailing mirato agli operatori professionali del settore su tutto il territorio nazionale per invitarli a visitare le imprese italiane espositrici.

  6. AREA TASTE IT LIVE: uno spazio che sarà animato per la prima volta dall’Agenzia ICE, nel passaggio dalla North Hall alla South Hall, come azione specifica di supporto alle categorie colpite recentemente dai dazi. E’ previsto un programma di presentazioni delle principali categorie di formaggi e salumi italiani unbranded, guidate da uno speaker esperto, con intermezzi dedicati agli aperitivi all’italiana, con il coinvolgimento di un bartender.

  7. Buyers Lounge curata da Specialty Food Association: per la prima volta e’ consentito l’allestimento di un corner all’interno della Lounge esclusivamente riservata agli associati Specialty Food Association. ICE sara’ presente con un settore dedicato ai prodotti colpiti da dazi  (esposti  unbranded, tranne per gli spirits);

  8. NETWORKING DINNER organizzato per la sera del 20 gennaio, alle ore 17.30, presso l’Hotel Westin St Francis, non distante dalla fiera. L’evento vedrà la partecipazione di oltre 200 persone tra espositori italiani, operatori locali e membri della stampa settoriale. Con l’occasione, sarà allestito un tavolo display con i prodotti degli espositori e le categorie colpite dai dazi.

Le azioni a supporto dei prodotti gravati dai dazi sono state organizzate in collaborazione con Assica, Assolatte e Federvini-sezione Spirits.

L’attività dell’Agenzia ICE negli USA, sulla base delle linee guida della Cabina di Regia per l’Internazionalizzazione, è focalizzata dal 2015 nella realizzazione di un ampio programma di promozione che si e’ sviluppato sui seguenti pilastri:

  • Piano di comunicazione diretto al consumatore americano, per sviluppare la conoscenza dei prodotti autentici italiani. Nel primo anno (2015-2016), la campagna “Buy Authentic Italian. Get More” ha raggiunto circa un miliardo di impressions. La successiva campagna svoltasi nel 2018, dedicata al contrasto del fenomeno dell’Italian Sounding, ha impiegato una nuova grafica, con l’obiettivo di incentivare il consumatore a verificare l’autenticità del prodotto dalla lettura dell’etichetta, utilizzando il claim “The label says it all”.

  • Accordi con retailers statunitensi che hanno toccato oltre 10.400 punti vendita, introdotto 900 nuovi fornitori italiani e coinvolto in totale 4.800 nostre imprese del settore.

  • Incoming alle principali fiere in Italia, in collaborazione con Cibus, Tuttofood, Sana, Sigep, Marca e Vinitaly. Dal 2015 ad oggi sono stati invitati oltre 650 operatori e giornalisti americani in Italia.

  • Presenza alle manifestazioni fieristiche USA: Winter e Summer Fancy Food (a San Francisco e New York) e PLMA di Chicago dedicata al private label.

Continue Reading...

L’ITALIA COUNTRY PARTNER DEL WINTER FANCY FOOD SHOW 2020


L’Italia dei record, per la seconda volta partner del Winter Fancy Food,
mai nessuno aveva ottenuto questo riconoscimento.

Continue Reading...

ITALIA PROTAGONISTA ALLA PLMA 2019 DI CHICAGO


63 imprese con ICE alla principale fiera negli USA
dedicata ai prodotti a marchio privato

Chicago - L’Italia è di nuovo protagonista della 39esima edizione del Private Label Trade Show che si tiene dal 18 al 19 novembre 2019 presso il Donald E. Stephens Convention Center di Rosemont, alla periferia di Chicago, nell’Illinois. La manifestazione, conosciuta anche come PLMA, dal nome dell’associazione che la organizza, è dedicata ai prodotti a marchio privato, o private label, ed è la più grande nel suo genere negli Stati Uniti d’America.

Le imprese presenti nei padiglioni ICE sono 63, su una superficie di oltre 800 metri quadrati. La partecipazione ufficiale italiana è ancora una volta la più ampia tra quelle internazionali, sia in termini di imprese che di area espositiva. I padiglioni sono due, uno per i prodotti alimentari, con 57 espositori, e uno per i prodotti non alimentari, con 6 espositori. Nel primo è ben rappresentata la qualità del prodotto alimentare autentico italiano, attraverso un’ampia gamma di categorie merceologiche: dalle conserve ai sughi e condimenti, primi tra tutti olio e aceto, dai formaggi ai dolci e ai gelati, dalla pasta alla pizza, passando per i prodotti da forno, i surgelati e vini. Nel secondo sono presenti imprese produttrici di detergenti per la casa e per l’igiene personale e di integratori alimentari.

La vendita negli USA attraverso il canale della grande distribuzione organizzata (Gdo) ha avuto un effetto positivo sulle quote di mercato italiane sulle importazioni statunitensi di prodotti agroalimentari, rileva Marco Saladini, Direttore dell’Agenzia ICE di Chicago. La crescente popolarità nel paese del prodotto a marchio privato, la forza intrinseca del concetto di Authentic Italian, basata sulla qualità dei prodotti, e l’azione di supporto svolta dall’ICE rendono questo canale sempre più attraente per le imprese italiane del comparto agroalimentare. Il presidio dell’ICE si è negli anni rafforzato includendo nuove tipologie di iniziative, come ad esempio corsi di formazione ad hoc per gli addetti della Gdo.  Studi recenti stimano che la quota di mercato negli USA di prodotti a marchio privato potrebbe passare dall’attuale 23% al 30% nel 2025.

In questo contesto – segnala Antonino Laspina, Direttore dell’Agenzia ICE di New York e Coordinatore della rete USA - si conferma il trend positivo delle esportazioni agroalimentari italiane negli USA che, nei primi 9 mesi del 2019, sono aumentate del 5,9% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, raggiungendo l’importo di 3,9 miliardi di dollari. Nel 2018 le nostre vendite avevano totalizzato 5,1 miliardi di dollari, in crescita del 7,9% rispetto al 2017. L’Italia – conclude Laspina – è il primo fornitore degli USA, con quote di mercato molte elevate, per quasi tutte le specialità tipiche del Made in Italy, quali pasta, olio di oliva, formaggi, aceto balsamico e acque minerali.

A supporto della presenza ufficiale italiana l’Agenzia ICE ha realizzato un vasto piano di comunicazione, con inserzioni pubblicitarie cartacee su riviste di settore (Store Brands e Global Retail Brands) e on line su piattaforme digitali (Global Retail Brands, Supermarket News, FMI Smart Brief) e con campagne di e-mail marketing destinate complessivamente a oltre 3.600 buyer della Gdo statunitense.

Continue Reading...
http://www.benvenutaitalia.com/wp-content/themes/press