10 Anni in Russia

10 Anni in Russia


Maranello, 29 maggio Il 23 e il 24 maggio al Barvikha Luxury Village, la Ferrari ha inaugurato la serie di celebrazioni dedicate al decimo anno di presenza in Russia. In questa occasione è stato presentato un allestimento speciale della F12berlinetta dedicata ai clienti locali. Unitamente alle vetture è stato inoltre svelato il nuovo orologio Hublot Big Bang Ferrari Russia. Splendida e tinta di rosso, venerdì 23, l’atmosfera al Barvikha Luxury Village nella cui via centrale, piena di bandiere con il Cavallino Rampante, erano esposte tutte le Ferrari che compongono l’attuale gamma della Casa di Maranello. Alla serata di gala di sabato 24 erano invece presenti moltissimi invitati, tra cui venti clienti arrivati a bordo delle loro Ferrari. Ospite d’onore, il campione del mondo Endurance (FIA WEC) “Gimmi” Bruni che ha accompagnato gli ospiti che si sono voluti misurare al simulatore da gara e ha spiegato ai tanti appassionati come si sta preparando per conquistare il bis iridato al volante della Ferrari 458 Italia del team AF Corse. Il pilota romano ha anche parlato del prossimo, prestigiosissimo, appuntamento di campionato: la mitica 24 Ore di Le Mans. Ai clienti presenti è stato illustrato l’allestimento speciale della F12berlinetta dedicata al decimo anniversario di presenza Ferrari in Russia. Si tratta di un piccolo numero di vetture Tailor Made pensate appositamente per i clienti locali e caratterizzate da due colori esclusivi per la carrozzeria, con inserti in rosso su fiancate e specchietti, e interni in pelle “Soul” curati da Poltrona Frau. Grande ammirazione e interesse anche per l’orologio Hublot Big Bang Ferrari Russia, realizzato in appena 25 esemplari.

Maranello, 29 maggio 2014 La Ferrari F12berlinetta ha vinto il premio Compasso d’Oro, uno dei riconoscimenti più antichi e prestigiosi al mondo nell’ambito del design. A ricevere il premio in nome della Ferrari, nello spazio espositivo delle ex Officine Ansaldo a Milano, è stato Flavio Manzoni, Senior Vice President del Design della Ferrari. Nel consegnare il premio, la giuria dell’ADI ha spiegato di avere scelto la F12berlinetta per le sue forme fluenti e dinamiche e per l’uso innovativo di soluzioni aerodinamiche che creano un vero e proprio connubio di tecnologia e design. Progettata dal Centro Stile Ferrari in collaborazione con Pininfarina, la F12berlinetta è la Ferrari stradale dalle migliori prestazioni mai costruita e incarna il perfetto equilibrio tra la massima efficienza aerodinamica e le eleganti proporzioni tipiche delle vetture di Maranello dotate di motore 12 cilindri. Questo importante riconoscimento non è il primo per la Ferrari. Nel 2001 il Presidente Luca di Montezemolo aveva ricevuto il Compasso d’Oro per i traguardi raggiunti dall’azienda sul piano dell’innovazione ingegneristica e industriale. Della Ferrari è stata sottolineata l’incessante ricerca tecnologica e l’eccellenza universalmente riconosciuta che è il risultato di una cultura imprenditoriale che pone al centro di tutti gli sviluppi le persone che lavorano in fabbrica e l’ambiente di lavoro in generale. Quest’anno ricorre il sessantesimo anniversario del premio Compasso d’Oro, che è stato istituito per riconoscere e promuovere l’eccellenza del design italiano. La cerimonia di premiazione si tiene ogni tre anni e la giuria internazionale, che è composta da designer, specialisti, storici e giornalisti, assegna solo venti premi per i prodotti che nel triennio hanno rappresentato la competenza e la creatività nazionale.

Maranello, 16 agosto – A Monterey, in California, durante un’asta tenuta da Bonhams, una Ferrrari 250 GTO, telaio numero 3851 GT, è stata aggiudicata a 38,115 milioni di dollari (circa 28,5 milioni di euro), battendo così ogni record precedente nel settore delle vetture classiche e diventando l’auto di più alto valore al mondo. Questa Ferrari era la diciannovesima costruita e venne venduta l’11 settembre del 1962. Originariamente di colore grigio metallizzato, aveva tre strisce longitudinali di colore rosso, bianco e blu, quelli della bandiera francese del suo primo proprietario, il pilota francese Jo Schlesser, protagonista anche in Formula 1. Faceva parte della Collezione Maranello Rosso di Fabrizio Violati. Nessun altro brand ha attirato così tanta attenzione e valore come Ferrari in questi giorni a Monterey. Bonhams attraverso le aste di Ferrari classiche ha già totalizzato vendite per circa 65 milioni di dollari con diverse altre vetture della Casa di Maranello che hanno fatto registrare valori molto elevati.

http://www.benvenutaitalia.com/wp-content/themes/press